Messinaierieoggi.it Gallerie Fotografiche
RSS

Le immagini sono tratte dal libro "Bombardamenti Aerei nella Seconda Guerra Mondiale" e " Messina '43 '44 di Enzo Verzera.
Messina,durante questo evento bellico , subì 4 bombardamenti navali e 2805 bombardamenti aerei.
Il maggior numero di incursioni si registrò nel periodo fra il 29 luglio e il 17 agosto 1943.
Le Fortezze Volanti, nella prima settimana d'agosto, attaccarono Messina 121 volte di giorno e 221 volte di notte.
Nella seconda settimana, dall'8 al 17 agosto, aerei bimotori sorvolarono la città 576 volte e i bombardamenti effettuarono 1883 incursioni. In soli 15 giorni sulla città furono sganciate 6.542 tonnellate di esplosivo.
Al termine dell'offensiva aerea dall'alto il volto della città non appariva sfigurato.
Dopo il terremoto del 1908 Mesina era stata ricostruita con le nuove norme antisismiche, con strade ampie, le case di pochi piani e suddivise in isolati. Questo aveva creato i presupposti per non subire notevoli danni dalle incursioni dei quadrimotori e dagli incendi delle stesse case colpite.
I piloti degli aerei, vedendo dall'alto le case inattte definirono Messina "Città Fantasma". In realtà la città era stata ridotta similmente a quella in cui fu lasciata dal terremoto del 289 dicembre 1908.

Indietro
 
 
Powered by Phoca Gallery

Menu Video

Gallerie Fotografiche

Pubblicità

Santo del giorno

san francesco d'assisi pastore e martire