(24/10/17) La Frutta Martorana

                    La...
Leggi tutto...

(24/10/17) La notte di Halloween

La notte del 31 ottobre si festeggia la notte di Hallowe...
Leggi tutto...

(24/10/17) Antiche tradizioni per la commemorazione dei defunti

La festa dei morti  è una ricorrenza della Chiesa catto...
Leggi tutto...

(24/10/17) C'era una volta...la Festa dei Morti

Nella nottata che passava tra il primo e il due di novemb...
Leggi tutto...
Chiesa di Gesù e Maria del Buon Viaggio al Ringo
AddThis Social Bookmark Button

Era il 1598 quando si dava mano, nel borgo del “Ringo”, alla costruzione di un oratorio voluto dal “Gentiluomo messinese” padre Lorenzo Abate, con licenza dell’arcivescovo di Messina, mons. don Francesco Velardes della Cuenca. Nasceva, così, anche la devozione tutta messinese alla Madonna del Buonviaggio che, in poco tempo, si andò talmente incrementando da richiederne l’ampliamento e la trasformazione architettonica a carattere monumentale.

E’ il dotto gesuita Placido Samperi ad informarci di ciò, da testimone oculare quando nel 1644 dava alle stampe la sua ponderosa “Iconologia della Gloriosa Vergine Madre di Dio Maria Protettrice di Messina” : “Ma perché la chiesa è un poco angusta, essendosi accresciute, per la clemenza, e salubrità di quell’aria, le habitationi intorno, alcune persone, che stanno quivi vicino, e han particolare divotione alla Beata Vergine, han pensato di dilatare i confini di essa, facendola più capace; e han cominciata una sontuosa facciata, dalla quale si argomenta l’artificioso disegno del futuro edificio”.

Ignoto è rimasto l’architetto artefice di questa “sontuosa facciata” che si mosse, comunque, nel solco del tardo manierismo romano ispirandosi alla chiesa del Gesù, appunto il tipo della chiesa controriformata, progettata da Jacopo Barozzi detto “il Vignola” nel 1571 con la facciata ideata da Giacomo della Porta nel 1575.

Una facciata tutt’altro che schematica, arricchita da nicchie con le statue a tutto tondo di Gesù e Maria tenenti un tempo, attraverso fori nelle mani, due lampade a servire da guida e riferimento nella notte a pescatori e naviganti; da lesene binate di ordine composito; dal frontone triangolare.

Un occhio a Roma, quindi, ed uno a Messina, alla grande tradizione tardo-rinascimentale di architetti come Giovan Angelo Montorsoli e Polidoro Caldara da Caravaggio. Di quest’ultimo, in particolare, è la citazione dei motivi decorativi fitoformi dei portali laterali della Cattedrale nell’architrave del portale della chiesa del Ringo.

Una chiesa ad unica navata, una grande aula non mediata da colonne o pilastri e perciò perfettamente funzionale ad accogliere un maggior numero di fedeli per la devozione collettiva.

Ed una pinacoteca che custodisce preziosi dipinti testimonianza delle arti figurative messinesi del ‘600 e del ‘700, in un’architettura religiosa coeva che rappresenta un fatto eccezionale per la città: il “Trionfo della Croce tra Gesù e Maria”, grande tela di ignoto (sec. XVIII); la “Madonna del Rosario col Bambino e i santi Domenico e Caterina”, dipinto di ignoto (sec. XVIII); “S. Antonio di Padova con il Bambino Gesù” (sec. XVII) e la “Madonna del Buon Viaggio” (1610) di Giovan Simone Comandè.

Quest’ultimo dipinto, oltre che essere una pregevole opera d’arte, rappresenta una notevole testimonianza di com’era la forma urbana di Messina agli inizi del Seicento poiché raffigura la città vista dal porto, a volo d’uccello.  

Dal 31 luglio le Cripte della Chiesa di Gesù e Maria del Buon viaggio al Ringo saranno riaperte ai fedeli. 

L’attività sarà curata dalla Confraternita del Buon Viaggio ed è stata delegata dal Parroco Don Pippo Principato. Le antiche e preziose cripte saranno visitabili con una guida esperta, messa a disposizione da  Nino Dini  Governatore della  Confraternita.

Gallerie fotografiche:

La chiesa del Ringo

La chiesa dopo i lavori di restauro

Foto storiche della festa del Ringo di Alessandro Mancuso


 
Indietro

AMAZON

copyright 2011 messinaierieoggi - Testi e fotografie di Pippo Lombardo
grafica sito web by mindtheSign

Utilizziamo i cookie per migliorare la navigazione sul nostro sito web. Continuando a navigare su questo sito web o cliccando su ACCETTO, acconsenti all'uso dei cookie. - Cookie Policy.

Accetto l'utilizzo dei cookies su questo sito.