(03/01/18) I Re Magi

La Lombardia è la terra che forse più di altre conserv...
Leggi tutto...

(30/12/17) Chi è la "Befana"

  La Befana appartiene alle figure folkloristiche, dis...
Leggi tutto...

(27/12/17) Messina, 28 dicembre 1908 ore 5:21:42

  Una notte maledetta da dimenticare. terremoto ...
Leggi tutto...

(12/12/17) 13 dicembre Santa Lucia, usi costumi e tradizioni

Di santa Lucia sembra esistere a Siracusa il loculo, cio...
Leggi tutto...
Il Cavallo Sanfratellano
AddThis Social Bookmark Button

Il cavallo Sanfratellano

 

Rappresenta, prevalentemente, la popolazione equina dei Nebrodi, che conta circa 5.000 capi ed è il risultato di una lunga (i primi esemplari fanno la loro apparizione in epoca normanna, nel sec. XII) e dura selezione naturale cui ha notevolmente contribuito l'ambiente aspro e difficile della regione nebroidea.

Particolarmente robusto e resistente, il cavallo sanfratellano vive allo stato brado nei boschi in piccoli gruppi ed è capace di sopportare egregiamente sia il soffocante caldo estivo che le rigide temperature invernali.

I Comuni nei cui territori stanziano i nuclei più cospicui di cavalli sanfratellani sono Alcara Li Fusi, Cesarò, Capizzi, Caronia e, naturalmente, San Fratello, dove in agosto si svolge la mostra – concorso del cavallo sanfratellano e, a settembre, la fiera mercato con la compravendita di animali in una caratteristica contrattazione fra padroni e compratori che si svolge ad alta voce.   


 
Indietro
copyright 2011 messinaierieoggi - Testi e fotografie di Pippo Lombardo
grafica sito web by mindtheSign

Utilizziamo i cookie per migliorare la navigazione sul nostro sito web. Continuando a navigare su questo sito web o cliccando su ACCETTO, acconsenti all'uso dei cookie. - Cookie Policy.

Accetto l'utilizzo dei cookies su questo sito.