(03/06/18) La Processione del Vascelluzzo

              Il video del trasport...
Leggi tutto...

(01/06/18) La Festa della Madonna della Lettera a Messina

“Apud Messanenses celebris est memoria B. Virginis Mariae,...
Leggi tutto...

(24/05/18) Il ritorno della "Maniedda"

OMAGGIO ALLA STORIA DI SANTO STEFANO DI BRIGA Il “Rit...
Leggi tutto...

(24/05/18) L’acqua è di tutti e guai a chi la tocca.

di Paolo Ullo Senza dover andare lontano, basta spulcia...
Leggi tutto...
Il Cavallo Sanfratellano
AddThis Social Bookmark Button

Il cavallo Sanfratellano

 

Rappresenta, prevalentemente, la popolazione equina dei Nebrodi, che conta circa 5.000 capi ed è il risultato di una lunga (i primi esemplari fanno la loro apparizione in epoca normanna, nel sec. XII) e dura selezione naturale cui ha notevolmente contribuito l'ambiente aspro e difficile della regione nebroidea.

Particolarmente robusto e resistente, il cavallo sanfratellano vive allo stato brado nei boschi in piccoli gruppi ed è capace di sopportare egregiamente sia il soffocante caldo estivo che le rigide temperature invernali.

I Comuni nei cui territori stanziano i nuclei più cospicui di cavalli sanfratellani sono Alcara Li Fusi, Cesarò, Capizzi, Caronia e, naturalmente, San Fratello, dove in agosto si svolge la mostra – concorso del cavallo sanfratellano e, a settembre, la fiera mercato con la compravendita di animali in una caratteristica contrattazione fra padroni e compratori che si svolge ad alta voce.   


 
Indietro
copyright 2011 messinaierieoggi - Testi e fotografie di Pippo Lombardo
grafica sito web by mindtheSign

Utilizziamo i cookie per migliorare la navigazione sul nostro sito web. Continuando a navigare su questo sito web o cliccando su ACCETTO, acconsenti all'uso dei cookie. - Cookie Policy.

Accetto l'utilizzo dei cookies su questo sito.