(14/11/18) Una passeggiata guidata nel Centro Storico

  Consulta la guida turistica in pdf Messina città ...
Leggi tutto...

(09/11/18) Sistema politico della Repubblica Italiana vigente tra il 1948 e il 1994

  L'espressione Prima Repubblica è un termine giornal...
Leggi tutto...

(05/11/18) 50° anniversario dell'alluvione di Firenze

firenze E' l'alba del 4 novembre 1956 quando l'Arno inizia...
Leggi tutto...

(05/11/18) 11 novembre: usi, costumi e tradizioni per San Martino

L'11 novembre è San Martino. Il clima torna mite e il mo...
Leggi tutto...
I Giganti Mata e Grifone
AddThis Social Bookmark Button

Dopo la creazione del Regno di Sicilia, tra Messina e Palermo si stabilì un’aspra rivalità per la contesa del titolo di capitale dell’isola, rivalità che proseguì fino all’arrivo degli spagnoli, nel‘500, che riaccesero la polemica. A sostegno delle loro ragioni, le due città esibivano titoli e prerogative d’eguale misura, e, alla fine, si decise di vagliare anche i titoli storici di fondazione. Avendo Palermo qualche prerogativa in più rispetto a Messina, i messinesi si appellarono al mito del Gigante Zanclo, primo re dei Siculi, ma anche questo non servì alla causa della città peloritana.

Le versioni sulla nascita dei “Giganti” Mata e Grifone, mitici progenitori di Messina, sono due, una leggendaria radicata nella tradizione e un’altra storica, che venne proposta da Domenico Puzzolo Sigillo. La leggenda vuole che, verso il 965, un gigantesco moro di nome Hassam-Ibn-Hammar sbarcasse alla testa di numerosi pirati nelle vicinanze della città, iniziando a depredarla...

Leggi la scheda storica

JavaScript disabilitato!
Per visualizzare il contenuto devi abilitare il JavaScript dalle opzioni del tuo browser.


 
Indietro
copyright 2011 messinaierieoggi - Testi e fotografie di Pippo Lombardo
grafica sito web by mindtheSign

Utilizziamo i cookie per migliorare la navigazione sul nostro sito web. Continuando a navigare su questo sito web o cliccando su ACCETTO, acconsenti all'uso dei cookie. - Cookie Policy.

Accetto l'utilizzo dei cookies su questo sito.