(24/10/17) La Frutta Martorana

                    La...
Leggi tutto...

(24/10/17) La notte di Halloween

La notte del 31 ottobre si festeggia la notte di Hallowe...
Leggi tutto...

(24/10/17) Antiche tradizioni per la commemorazione dei defunti

La festa dei morti  è una ricorrenza della Chiesa catto...
Leggi tutto...

(24/10/17) C'era una volta...la Festa dei Morti

Nella nottata che passava tra il primo e il due di novemb...
Leggi tutto...
Museo Etno Antropologico Castanea - Messina
AddThis Social Bookmark Button

I Ferri del Mestiere - Museo privato di Domenico Gerbasi
Arte rurale, contadina e marinara dei Peloritani.

Le fotografie del Museo

Il  museo nasce grazie alla nostra passione, in questo piccolo locale della piazzetta Umberto I  ai numeri 2 - 4 si trova la testimonianza di un vivere, di un passato lontano narrato nel concreto da oggetti che sembrano per alcuni usciti così dalla macchina del tempo. Ed è questa la filosofia dì questo piccolo museo che ha intrapreso la complessa opera di recupero di oggetti antichi quasi per caso, nel lontano 1963 dal promotore nostro concittadino geom. Domenico Gerbasi, spinto dalla passione che lo ha portato a custodire centinaia di "reperti" che oggi possono essere fruibili a tutti.

Non va trascurato il contributo dei vari amici che hanno collaborato e continuano, donando alcuni reperti che uno alla volta arricchiscono sempre più la diversità, la pluralità degli oggetti contenuti nel museo.

Sellai, tappezzieri, decoratori, fotografi, acquafioristi, falegnami, arrotini, peltrai, orafi, miniaturisti, liutai, tessitori, musicanti e mosaicisti.

Gli antichi mestieri, che rischiano l'estinzione, presentano un elevato grado di professionalità e costituiscono un valore che non vogliamo disperdere.

Avvicinare i giovani a quello che possiamo considerare un patrimonio culturale e storico del nostro Paese, vuoi dire anche fornire loro anche una prospettiva di lavoro che possa raggiungere e, perché no, un mercato selezionato e in espansione. Oggetti, che ci riportano indietro nel tempo, arnesi e utensili vari nei quali sono impressi i segni della fatica dei campi, dell'usura e della vita domestica.

Sono reperti che testimoniano frammenti di storia e di cultura.

Se è vero che senza memoria non c'è identità e senza identità non c'è futuro il tesoro dell'uomo dei ricordi non può e non deve rimanere il privilegio di pochi, ma diventare opportunità per tutti: sia per quanti giovani locali e turisti, vogliono comprendere a pieno la storia e lo spirito che quegli oggetti contengono e che hanno significato fatica, sudore e rinunce, ma anche giovinezza, speranza e vita.

Viviamo ormai in un mondo dominato dalla tecnologia, questa è l'era dell'elettronica, del nucleare...

I vecchi utensili di legno, di cuoio, di ferro, da taglio, da cucina un tempo utilizzati dalla mano dell'uomo sono stati sostituiti da macchinari ad alta precisione.

Paradossalmente però, possedere un vecchio oggetto antico è motivo di vanto e, più è strano o raro, più genera soddisfazione per i fortunato possessore.

Lo si mette in bella mostra, lo si inserisce nella collezione privata come anello di congiunzione di quella affannosa ricerca nel tempo del "pezzo" mancante. Nascono così, collezionisti di utensili che li custodiscono con sacralità maniacale, e questo è proprio il nostro caso.

Grazie alla nostra passione, in questo piccolo locale della piazzetta Principe Umberto I   ai numeri  2 - 4 si trova la testimonianza di un vivere, di un passato lontano narrato nel concreto da oggetti che sembrano per alcuni usciti così dalla macchina del tempo.

 Come raggiungere il Museo:

- da Palermo autostrada A/20 svincolo Boccetta - Direzione viale Giostra, Castanea

- da Catania A/18  svincolo Boccetta - Direzione viale Giostra, Castanea.


Aperto sabato, domenica e tutti i giorni festivi.

Le fotografie del Museo


 
Indietro

AMAZON

copyright 2011 messinaierieoggi - Testi e fotografie di Pippo Lombardo
grafica sito web by mindtheSign

Utilizziamo i cookie per migliorare la navigazione sul nostro sito web. Continuando a navigare su questo sito web o cliccando su ACCETTO, acconsenti all'uso dei cookie. - Cookie Policy.

Accetto l'utilizzo dei cookies su questo sito.