(07/08/18) AGOSTO MESSINESE 2018

  IL CALENDARIO DEGLI APPUNTAMNENTI DELL’AGOSTO ME...
Leggi tutto...

(03/08/18) Il botto

  di Paolo Ullo La scusa magna, suprema, per rinunci...
Leggi tutto...

(15/07/18) Sulle rive dello stretto

alba4 Hai mai udito il silenzio? Vieni sulle rive dello ...
Leggi tutto...

(13/07/18) Il Festino di Santa Rosalia a Palermo

Il Festino di Santa Rosalia (u fistinu in siciliano) si ...
Leggi tutto...
Villa Bette o Isabella
AddThis Social Bookmark Button

Interessante esempio di villa suburbana del Primo Novecento sorge in posizione rilevata sulla strada statale 113, e, pur nello stile eclettico generale, richiama stilemi del post-floreale, particolarmente nel portichetto d’ingresso con copertura a spioventi sorretta da agili colonnine, tema mutuato, nell’impostazione compositiva, dalla moda allora diffusa per le “cineserie”.

Christian Philipp Bette, un medico tedesco sbarcato a Messina nel corso delle guerre napoleoniche al seguito dell’Armata britannica, contrasse matrimonio con la messinese Flavia Minasi, figlia del notaio Placido, per poi trasferirsi con la famiglia in Germania. Scrive Salvatore Bottari in Famiglie straniere a Messina nell’Ottocento, “Alcuni suoi figli erano rimasti in Germania mentre Augusto e i fratelli Wilhem, Antonie e Bertha si erano stabiliti a Messina.

Qui August si sposava con Isabella Fulci e svolgeva la professione di notaio, seguendo la tradizione della famiglia materna; Wilhem prendeva in moglie Francesca Mazza e fondava nel 1855 la ditta commerciale “W. M. Bette”; Antonie si univa in matrimonio con un La Spada; Bertha sposava il ricco proprietario e imprenditore Giacomo Galatti, padre dell’omonimo letterato e storico e fratello del drammaturgo Antonio”.


 
Indietro
copyright 2011 messinaierieoggi - Testi e fotografie di Pippo Lombardo
grafica sito web by mindtheSign

Utilizziamo i cookie per migliorare la navigazione sul nostro sito web. Continuando a navigare su questo sito web o cliccando su ACCETTO, acconsenti all'uso dei cookie. - Cookie Policy.

Accetto l'utilizzo dei cookies su questo sito.