(03/01/18) I Re Magi

La Lombardia è la terra che forse più di altre conserv...
Leggi tutto...

(30/12/17) Chi è la "Befana"

  La Befana appartiene alle figure folkloristiche, dis...
Leggi tutto...

(27/12/17) Messina, 28 dicembre 1908 ore 5:21:42

  Una notte maledetta da dimenticare. terremoto ...
Leggi tutto...

(12/12/17) 13 dicembre Santa Lucia, usi costumi e tradizioni

Di santa Lucia sembra esistere a Siracusa il loculo, cio...
Leggi tutto...
Torre “Saracena” di Ganzirri
AddThis Social Bookmark Button

A chi percorre il lungomare che attraversa l’abitato di Ganzirri, parallela alla costa, appare improvvisamente e massiccia a sbarrare la strada: è la torre cosiddetta “Saracena”, a pianta circolare con due ampi ambienti sovrapposti. L’intonaco caduto scopre la struttura muraria, composta da pietrame squadrato e regolarizzato con listature in laterizio, tenacemente cementato con malta, con riutilizzo di elementi in pietra lavica.

La troviamo riprodotta, col nome di “Torre Ganzirri grande”, nei rilievi eseguiti da ingegneri militari austriaci fra il 1821 ed il 1823, disegni conservati al Kriegs Archiv di Vienna.

La sua somiglianza con le “Torri Martello” farebbe propendere per un globale rifacimento di una struttura più antica, da parte degli inglesi agli inizi dell’Ottocento.

Coronata da una merlatura posticcia in cemento, patetica rievocazione di cattivo gusto, è circondata dall’asfalto, decontestualizzata per la caotica espansione edilizia che l’ha soffocata, e in abbandono.


 
Indietro
copyright 2011 messinaierieoggi - Testi e fotografie di Pippo Lombardo
grafica sito web by mindtheSign

Utilizziamo i cookie per migliorare la navigazione sul nostro sito web. Continuando a navigare su questo sito web o cliccando su ACCETTO, acconsenti all'uso dei cookie. - Cookie Policy.

Accetto l'utilizzo dei cookies su questo sito.