(24/10/17) La Frutta Martorana

                    La...
Leggi tutto...

(24/10/17) La notte di Halloween

La notte del 31 ottobre si festeggia la notte di Hallowe...
Leggi tutto...

(24/10/17) Antiche tradizioni per la commemorazione dei defunti

La festa dei morti  è una ricorrenza della Chiesa catto...
Leggi tutto...

(24/10/17) C'era una volta...la Festa dei Morti

Nella nottata che passava tra il primo e il due di novemb...
Leggi tutto...
Ecomuseo del Gusto di Don Minico a Gesso
AddThis Social Bookmark Button


Don Minico con la sua famosa "pagnotta alla disgraziata"

A Gesso, centro collinare dei Peloritani, Paolo Mazza figlio del famoso Don Minico delle Quattro Strade di Sarrizzo, ha creato una Ecomuseo del gusto.

L’Ecomuseo del Gusto è una struttura rurale recuperata dall’incuria del tempo e dal degrado, restituita agli antichi splendori ed aperta al pubblico da Don Minico nell’estate 2012. Ubicato a poche decine di metri dalla chiesa madre del Villaggio Gesso, Messina, è una struttura ecosostenibile ed alimentata con energie rinnovabili che riprende le antiche architetture rurali dei Peloritani.

L’idea nasce dalla volontà di Don Minico di creare un luogo d’incontro per gli amanti del gusto degli antichi sapori e delle tradizioni enogastronomiche, uno spazio interattivo dedicato anche alle scuole ed alla didattica, unendo la comunità sotto il profilo gastronomico e creando una raccolta di saperi legati alla cucina tradizionale, quella delle ricette antiche, della semplicità delle materie prime e dei sapori autentici”.



Paolo Mazza, figlio di Don Minico, nel suo Museo del Gusto

Tutti i prodotti sono coltivati nell'Isola di Filicudi.  

I visitatori devono lasciare una ricetta e nel contempo gustare i famosi prodotti di Don Minico: i Pumadoru sicchi, i Mulinciani e Caccioffuli sutt'ogghiu, Alivi salati ed scacciati sutt'olio, Cucunciagra (Patè di Cucunci frutto del Cappero), Kamikaze (Patè di Peperoncino), Pumadurata (Patè di pomodoro secchi), Alivata (Patè di Olive verdi).


Si possono gustare dei vini come la Malvasia delle Lipari, il Sangiovese e il Catarratto di Don Minico vinificati integralmente in proprio nell'isola di Filicudi. Il Latte d'Aceddu (liquore alla Liquirizia), Spiritu Santu (liquore di Cioccolato), Niputedda (liquore di Niputella), Limunceddu (liquorfe al Limone), Finucchieddu (liquore al Finocchietto) Cannedda (liquore di Cannella). 



La famosa "Pagnotta alla Disgraziata" si può gustare alle Quatro Strade dove Don Minico ha la sua Casa di Cura. 


Il Ricettacolo dove vengono conservate le ricette dei visitatori

Chi era "Don Minico"

"Una cesta di pane sulle spalle ed interminabili chilometri da percorrere a piedi. Comincia così la lunga storia di Domenico Mazza alias Don Minico e del suo storico locale “Casa di Cura Don Minico” sui Colli San Rizzo, località Quattro Strade. Un solo asso della manica per Don Minico, classe 1921: l'arte di sapersi inventare il lavoro.
Poco più che ventenne aveva già sulle spalle una famiglia da mantenere, per cui iniziò a lavorare giovanissimo come garzone di forno nel villaggio collinare di Gesso.

Il suo compito dopo la lunga nottata di panificazione, era quello di svalicare i Colli San Rizzo e portare il pane a Messina. Ripercorreva così gli antichi tracciati già noti in passato, famosi per essere stati testimoni dei Vespri Siciliani i moti di rivolta che nel 1282 videro l’assedio di Messina e la conquista della città da parte degli Aragonesi.

Dopo la faticosa salita, arrivato al quadrivio delle Quattro Strade, prima di proseguire per Messina lungo il sentiero che porta alla Chiesa di Santa Maria della Valle “la Badiazza”, Monastero Normanno e cappella reale ai tempi di Gugliemo II, Don Minico si fermava spesso per riposarsi esattamente nel punto in cui adesso sorge il suo locale.

Il suo chiosco, realizzato nel 1956, è ancora punto di riferimento per i messinesi e non solo.

Muore a 94 anni e con lui muore un pezzo di storia di Messina. Don Minico non era quello della pagnotta alla disgraziata, era solo Don Minico, non si poteva sbagliare

http://www.donminico.com/

 


 
Indietro

AMAZON

copyright 2011 messinaierieoggi - Testi e fotografie di Pippo Lombardo
grafica sito web by mindtheSign

Utilizziamo i cookie per migliorare la navigazione sul nostro sito web. Continuando a navigare su questo sito web o cliccando su ACCETTO, acconsenti all'uso dei cookie. - Cookie Policy.

Accetto l'utilizzo dei cookies su questo sito.