(24/04/17) Terremoti e Maremoti nello Stretto di Messina.

  Importante Convegno su tematiche di assoluta attuali...
Leggi tutto...

(21/04/17) XV MEETING M2G

GUANELLIANI. "CHIAMATI... IN TUTTI I SENSI" A Messina i...
Leggi tutto...

(20/04/17) Comunicati Ufficio Stampa del Comune di Messina

  Ufficio stampa Comune di ...
Leggi tutto...

(10/04/17) La festa degli "Spampanati" la Domenica di Pasqua

  spampanati Retaggio di antiche tradizioni devozionali...
Leggi tutto...
"FuoriRoma" immagine distorta della città di Messina
AddThis Social Bookmark Button

FuoriRoma un programma di RAI 3 ideato e realizzato da Concita De Gregorio

JavaScript disabilitato!
Per visualizzare il contenuto devi abilitare il JavaScript dalle opzioni del tuo browser.


La trasmissione televisiva "FuoriRoma" trasmessa su RAI 3 lunedì 31 ottobre ha suscitato un vespaio di polemiche per il modo distorto con cui è stata presentata la città di Messina. Dall'ingenuità del sindaco alle corse di cavalli, dal No Ponte al traghettamento nello Stretto di Messina, dall'arancino dedicato al sindaco alla granita con panna.

L'unica cosa vera e reale l'apertura del Birrificio Messina realizzato e finanziato dagli stessi lavoratori che da qualche giorno hanno immesso sul mercato la "Birra dello Stretto".

Non un filo d'erba,niente spazzatura che invade la città, non la vista dei torrenti che attraversano tutta la città ridotti ai minimi termini, nessuna fontana monumentale perchè tutte senza acqua, non un disservizio ma solo la messa in luce di un sindaco eroe venuto dal basso ed "eletto per sbaglio"per un errore di valutazione del PD.

Hanno fatto vedere solo quello che a qualcuno ha fatto comodo far vedere per mettere in luce e osannare l'attuale sindacatura rivoluzionaria che gira in maglietta e sandali anche in inverno e che con il suo operato dice di essere riuscito a dare decoro a una città distrutta dalle precedenti amministrazioni che, a suo dire, "si sono sbranati 600 milioni di euro".

Dio abbia in gloria questo sindaco puro e candido come un bambino, siamo nel fango più assoluto, sommersi dalla spazzatura, da scarafaggi, topi, zanzare, piazze e ville abbandonate, abitazioni e semafori coperti dagli alberi che cadono improvvisamente al primo colpo di vento, senza mezzi pubblici...ma fortunatamente non più sostenuto dalla carta stampata ma solo dai suoi amici più stretti ed ancora da qualche partito politico che continua a bloccarlo su quella poltrona.


 
Indietro
copyright 2011 messinaierieoggi - Testi e fotografie di Pippo Lombardo
grafica sito web by mindtheSign

Utilizziamo i cookie per migliorare la navigazione sul nostro sito web. Continuando a navigare su questo sito web o cliccando su ACCETTO, acconsenti all'uso dei cookie. - Cookie Policy.

Accetto l'utilizzo dei cookies su questo sito.