(18/10/17) I muri di ascolto per la difesa antiaerea territoriale

Il Muro d'ascolto dell'Isola di Leros   IDENTIFICATO L...
Leggi tutto...

(03/10/17) Il relitto di un piroscafo in legno dell’800 nel porto di Messina.

La scoperta del team di Ecosfera Diving nel corso di un'imm...
Leggi tutto...

(22/09/17) “BIOLOGIA CON CURVATURA BIOMEDICA” al Liceo Seguenza

La Preside del Liceo Scientifico “G. Seguenza”, prof....
Leggi tutto...

(04/08/17) Corteo Storico dello Sbarco a Messina di Don Giovani d'Austria

Tra due ali di folla si è svolto il Corteo Storico della...
Leggi tutto...
San Valentino
AddThis Social Bookmark Button

di Francesca Vitale

San Valentino offre una rosa.È così che è raffigurato. Ma perché proprio una rosa? La regina dei fiori,profumata,di vari colori,con le spine lungo il gambo. L'amore è proprio così : regna sovrano nella vita di tutti con tutte le sue sfumature,donando profumo, ma mettendo anche in guardia sulla delicatezza della sua natura.

Abbiamo bisogno di ricordare l'Amore? Sì, come di ricordare di tenere una corretta postura, perchè altrimenti il corpo,nel tempo, non risponde ai nostri bisogni. L'Amore è la corretta postura della nostra anima e, quindi, della nostra mente. San Valentino suggerisce di aprire le emozioni più belle agli altri, perchè le emozioni si nutrono soprattutto di comunicazione:

Auguri amore mio, il nostro sole è un cuore.E' sorto all'orizzonte di un'aurora azzurra dopo aver pescato perle rare e tesori. Ha depredato il mare che rabbioso sussurra:
"ladro,ti sei arricchito e non posso fermarti.Le mie braccia di onde evaporano, non arrivan lassù. A chi darai tanta ricchezza?E la bellezza dei miei scrigni?
"Non ti ho rubato nulla - risponde rosso acceso - la bellezza sepolta tace e non ascolta. Non vive nel calore, nei suoni dell'Amore, nei baci e le carezze, queste vere bellezze. Guarda...ti torno tutto e resto ricco uguale. Senti? rumore d'ali...sono due passerotti che col piccolo becco non restano mai a secco del loro nutrimento. Si chiama..."sentimento".
Il mare si calmò, distese le sue braccia e della rabbia scomparve ogni sua traccia. Si fece specchio e vide due teneri uccellini volare a lui vicini. Si rifletteva il cielo e il loro allegro volo, li conservò nel cuore per non sentirsi solo!!

F.V.


 

AMAZON

copyright 2011 messinaierieoggi - Testi e fotografie di Pippo Lombardo
grafica sito web by mindtheSign

Utilizziamo i cookie per migliorare la navigazione sul nostro sito web. Continuando a navigare su questo sito web o cliccando su ACCETTO, acconsenti all'uso dei cookie. - Cookie Policy.

Accetto l'utilizzo dei cookies su questo sito.