(16/05/18) 'A banniata

banniata ‘A banniata o ‘A vanniata – La strillata ca...
Leggi tutto...

(16/05/18) Messina nei secoli d'oro

mesecoro Messina fu originariamente fondata da coloni e da...
Leggi tutto...

(09/05/18) Le Targhe della Memoria della città di Messina

  Leggi il libro in pdf La recensione di Antonino ...
Leggi tutto...

(09/05/18) La Festa della Madonna della Lettera a Messina

“Apud Messanenses celebris est memoria B. Virginis Mariae,...
Leggi tutto...
Orione
AddThis Social Bookmark Button

Nello Stretto era viva la memoria del gigante cacciatore Orione il quale formava il promontorio Peloro ed innalzava un tempio al dio del mare, il padre Poseidone. Orione è personaggio greco, giunto in Sicilia con i fondatori di Zancle nel 1270 a.C. Secondo alcuni la testimonianza di tale culto si trova solo nei didrammi e tetradrammi di Messana, dei primi decenni del V sec. a.C. che hanno il tipo della lepre corrente. 

La lepre corrente, dunque, era il simbolo del Dio Orione, il cui culto Anassila fece passare nelle monete (le “Messenion”, 490-482 a.C.).Tra le altre imprese, viene creduto il costruttore o meglio il restauratore del porto falcato nonché fondatore primigenio della città (“Fonte Orione” del Montorsoli, 1547-1553).


 
Indietro
copyright 2011 messinaierieoggi - Testi e fotografie di Pippo Lombardo
grafica sito web by mindtheSign

Utilizziamo i cookie per migliorare la navigazione sul nostro sito web. Continuando a navigare su questo sito web o cliccando su ACCETTO, acconsenti all'uso dei cookie. - Cookie Policy.

Accetto l'utilizzo dei cookies su questo sito.