(24/10/17) La Frutta Martorana

                    La...
Leggi tutto...

(24/10/17) La notte di Halloween

La notte del 31 ottobre si festeggia la notte di Hallowe...
Leggi tutto...

(24/10/17) Antiche tradizioni per la commemorazione dei defunti

La festa dei morti  è una ricorrenza della Chiesa catto...
Leggi tutto...

(24/10/17) C'era una volta...la Festa dei Morti

Nella nottata che passava tra il primo e il due di novemb...
Leggi tutto...
Ciarameddhi
AddThis Social Bookmark Button

 

 

 

Supra di ‘ll’unni di ‘stu beddhu mari,

chi ciarameddhi sentu iò sunari!

Nascìu ‘u Bamminu, semu già a Natali!

E cù ‘stu sonu di ‘sta pastorali

 

dù celu, curunatu da li stiddhi,

p’a gioia di ranni e di li picciriddhi,

l’Anciuli scinnunu a milli, a milli,

mentri la terra tutta fà favilli!

 

Spittaculu divinu! Chi purtentu!

‘Sta musica purtata da lu ventu,

‘nn’inchiana ritti, ritti ‘n Paradisu,

mentri lu cori s’apri a lu surrisu

 

e penza o nostru beddhu Redenturi

chi veni o’ munnu pì puttari amuri,

pì cancillari li duluri e i peni

e diri a tutti: “Vulitivi beni!”

 

Filippo Panarello

 

Zampogne 

Sopra le onde di questo bello mare, / con le zampogne sento io suonare! / Nasce il Bambino! Siamo già a Natale / E con il suono di questa pastorale / dal cielo, coronato di stelle / gli Angeli scendono a mille a mille, / mentre la terra tutta fa faville / Spettacolo divino! Che portento! / Questa musica, portata dal vento, /  sale dritta, dritta in Paradiso, / mentre il cuore si apre al sorriso / e pensa al nostro bello Redentore / che viene al mondo per portare amore, / per cancellare i dolori e le pene / e dire a tutti :"Vogliatevi bene!"  


 
Indietro

AMAZON

copyright 2011 messinaierieoggi - Testi e fotografie di Pippo Lombardo
grafica sito web by mindtheSign

Utilizziamo i cookie per migliorare la navigazione sul nostro sito web. Continuando a navigare su questo sito web o cliccando su ACCETTO, acconsenti all'uso dei cookie. - Cookie Policy.

Accetto l'utilizzo dei cookies su questo sito.