(16/05/18) 'A banniata

banniata ‘A banniata o ‘A vanniata – La strillata ca...
Leggi tutto...

(16/05/18) Messina nei secoli d'oro

mesecoro Messina fu originariamente fondata da coloni e da...
Leggi tutto...

(09/05/18) Le Targhe della Memoria della città di Messina

  Leggi il libro in pdf La recensione di Antonino ...
Leggi tutto...

(09/05/18) La Festa della Madonna della Lettera a Messina

“Apud Messanenses celebris est memoria B. Virginis Mariae,...
Leggi tutto...

L'alluvione di Messina del 2009 è stata una calamità naturale verificatasi in un'area ristretta della Sicilia nord-orientale causata da un violento nubifragio, iniziato nella serata del 1° ottobre 2009 e durato tutta la notte fino al mattino del giorno successivo. Il nubifragio ha provocato lo straripamento dei corsi d'acqua e diversi eventi franosi, a cui è seguito lo scivolamento a valle di colate di fango e detriti.

L'evento ha colpito una zona immediatamente a sud della città di Messina, lungo la costa ionica, che, malgrado la difficile orografia dei terreni, risulta fortemente antropizzata. I centri più colpiti sono stati Scaletta Marina, nel comune di Scaletta Zanclea e diverse località del comune di Messina: Giampilieri Superiore, Giampilieri Marina, Altolia, Molino, Santo Stefano di Briga, Briga Superiore e Pezzolo.

Il disastro è avvenuto in una zona a elevato rischio idrogeologico, già colpita nel 2009 da eventi franosi e alluvionali.

Secondo il Dipartimento della Protezione Civile, l’alluvione è stata determinata dal passaggio di un sistema temporalesco convettivo a mesociclone.Nell’area più colpita sono caduti in poche ore più di 300mm di pioggia, un quantitativo incredibile che solitamente nelle coste del Mediterraneo si accumula in un periodo che oscilla tra 4 e 6 mesi.

L'alluvione ha causato 35 morti. L'Italia è rimasta indifferente davanti a questa tragedia. Messina ancora una volta è stata sommersa dalle polemiche, dalle false dichiarazioni, umiliata e dimenticata anche da una parte della classe politica nazionale e locale.

Le fotografie non sono di auto incidentate sulla strada ma, trascinate a valle dalla violenza dell'alluvione. 


copyright 2011 messinaierieoggi - Testi e fotografie di Pippo Lombardo
grafica sito web by mindtheSign

Utilizziamo i cookie per migliorare la navigazione sul nostro sito web. Continuando a navigare su questo sito web o cliccando su ACCETTO, acconsenti all'uso dei cookie. - Cookie Policy.

Accetto l'utilizzo dei cookies su questo sito.