(16/05/18) 'A banniata

banniata ‘A banniata o ‘A vanniata – La strillata ca...
Leggi tutto...

(16/05/18) Messina nei secoli d'oro

mesecoro Messina fu originariamente fondata da coloni e da...
Leggi tutto...

(09/05/18) Le Targhe della Memoria della città di Messina

  Leggi il libro in pdf La recensione di Antonino ...
Leggi tutto...

(09/05/18) La Festa della Madonna della Lettera a Messina

“Apud Messanenses celebris est memoria B. Virginis Mariae,...
Leggi tutto...

Alla fine del Corso Umberto si trova lo splendido Palazzo Corvaja col prospetto in piazza Vittorio Emanuele. Tutto il complesso architettonico risulta essere di tre epoche diverse:  sopra resti di epoca classica venne costruita, in un primo momento, una torre araba; in un secondo tempo, verso la fine del sec. XIII, si aggiunse il corpo di fabbrica a sinistra del portale d’ingresso, denominato "Salone del Maestro Giustiziere" e su cui appare lo stemma con le tre stelle  della famiglia Termes; infine, agli inizi del ‘400, venne edificato il corpo che ha il prospetto sulla piazza con le quattro finestre bifore al primo piano. Quest' ultima costruzione, con ampio salone, servì per le riunioni del Parlamento siciliano il 25 settembre 1411. Nel secolo XVI  tutto il complesso pervenne in possesso dei Corvaja ed oggi è sede , in parte, del " Museo d’Arte e Tradizioni Siciliane Collezione Panarello".

Altre notizie sulla scheda storica di Taormina


copyright 2011 messinaierieoggi - Testi e fotografie di Pippo Lombardo
grafica sito web by mindtheSign

Utilizziamo i cookie per migliorare la navigazione sul nostro sito web. Continuando a navigare su questo sito web o cliccando su ACCETTO, acconsenti all'uso dei cookie. - Cookie Policy.

Accetto l'utilizzo dei cookies su questo sito.