(24/10/17) La Frutta Martorana

                    La...
Leggi tutto...

(24/10/17) La notte di Halloween

La notte del 31 ottobre si festeggia la notte di Hallowe...
Leggi tutto...

(24/10/17) Antiche tradizioni per la commemorazione dei defunti

La festa dei morti  è una ricorrenza della Chiesa catto...
Leggi tutto...

(24/10/17) C'era una volta...la Festa dei Morti

Nella nottata che passava tra il primo e il due di novemb...
Leggi tutto...

Trattamento chirurgico delle cardiomiopatie dilatative

Lo scompenso cardiaco congestizio rappresenta una patologia in progressivo aumento, la cui prognosi nelle forme avanzate resta particolarmente severa. Per tutti quei pazienti che si trovano in una condizione di scompenso cardiaco terminale non più responsivo alla terapia medica, per lungo tempo, l'unica opzione terapeutica possibile è stato il trapianto cardiaco.

Per anni il trapianto cardiaco è stato al tempo stesso il "gold standard" e "l'ultima spiaggia" per i pazienti in scompenso cardiaco cronico, affetti da una cardiomiopatia ipocinetico dilatativa, qualunque ne fosse l'eziologia di base.

Attualmente sono state sviluppate tecniche chirurgiche che permettono di migliorare sia la qualità che l'aspettativa di vita di questa categoria di pazienti, cercando di sostituire o quanto meno dilazionare nel tempo l'opzione trapiantologica.

Clicca per leggere tutta la scheda...


AMAZON

copyright 2011 messinaierieoggi - Testi e fotografie di Pippo Lombardo
grafica sito web by mindtheSign

Utilizziamo i cookie per migliorare la navigazione sul nostro sito web. Continuando a navigare su questo sito web o cliccando su ACCETTO, acconsenti all'uso dei cookie. - Cookie Policy.

Accetto l'utilizzo dei cookies su questo sito.