(24/10/17) La Frutta Martorana

                    La...
Leggi tutto...

(24/10/17) La notte di Halloween

La notte del 31 ottobre si festeggia la notte di Hallowe...
Leggi tutto...

(24/10/17) Antiche tradizioni per la commemorazione dei defunti

La festa dei morti  è una ricorrenza della Chiesa catto...
Leggi tutto...

(24/10/17) C'era una volta...la Festa dei Morti

Nella nottata che passava tra il primo e il due di novemb...
Leggi tutto...

Forte San Salvatore

Forte San Salvatore è una fortezza posta all'ingresso del porto di Messina.

Sorge sulla stretta penisola di San Raineri che con la sua caratteristica forma a falce caratterizza il grande porto naturale di Messina. Fu fatto costruire intorno al 1540, dal condottiero Don Ferrante Gonzaga, Viceré di Sicilia nell'ambito della realizzazione di un imponente sistema difensivo esteso all'intera città, ordinata dall’Imperatore Carlo V d’Asburgo quando aveva visitato la città nel 1535, con grandi festeggiamenti, durante il suo viaggio in Italia. La progettazione della fortezza è attribuita all’architetto militare Antonio Ferramolino che portò nell'isola le nuove forme della fortificazione alla moderna.
 
Il suo nome deriva dal fatto che fu costruito nel luogo in cui esisteva l'antica sede dell'Archimandritato del Santissimo Salvatore. Per ordine di Carlo V il monastero fu demolito e ricostruito in altra sede.
 
La costruzione inglobò inoltre la medievale torre di sant'Anna, la cui base è ancora riconoscibile all'interno del forte.
 
La struttura subì gravi danni a causa dei terremoti del 1783 e del 1908.
 
Il Forte appartiene ancora oggi al Demanio Militare.

La struttura difensiva, costruita per difendere l'ingresso al porto, presenta una sagoma bassa ed una forma allungata essendo posta sulla punta della penisola di cui asseconda la conformazione allungata. Sul culmine della fortezza si trova un bastione semicilindrico detto forte "Campana" sul quale si trova una stele di 60 metri di altezza, che sostiene una grande statua benedicente della Madonna che è diventata uno dei simboli della città.

 


AMAZON

copyright 2011 messinaierieoggi - Testi e fotografie di Pippo Lombardo
grafica sito web by mindtheSign

Utilizziamo i cookie per migliorare la navigazione sul nostro sito web. Continuando a navigare su questo sito web o cliccando su ACCETTO, acconsenti all'uso dei cookie. - Cookie Policy.

Accetto l'utilizzo dei cookies su questo sito.