(20/04/18) 1 Maggio - Per non dimenticare "Portella della Ginestra"

  Renato Guttuso - Portella della Ginestra Dopo anni d...
Leggi tutto...

(20/03/18) La settimana Santa a Messina

                    ...
Leggi tutto...

(18/03/18) La Festa del Papà

Il 19 marzo, giorno di San Giuseppe, si celebra in Italia...
Leggi tutto...

(10/03/18) C'ero anch'io

La famiglia Rappazzo La mia storia in quegli anni di guer...
Leggi tutto...
“…Antonello se ne tornò di Fiandra per riveder la sua patria, e per far l’Italia partecipe di così utile, e bello e commodo segreto. E stato pochi mesi a Messina, se n’andò a Vinezia dove, per essere persona molto dedita a’ piaceri e tutta venerea, si risolvè abitar sempre, e quivi finire la sua vita dove aveva trovato un modo di vivere a punto secondo il suo gusto.” (1): con questa categorica affermazione Giorgio Vasari (1511-1574) creava di fantasia un clamoroso falso storico che, ancora oggi, induce in errore quanti ripetono pedissequamente ciò che lui scrisse, e cioè che Antonello morì e fu sepolto a Venezia. E nella sua stringata biografia del grande pittore messinese (quando, di contro, nelle “Vite” si dilunga molto su artisti di mediocre qualità, per non parlare della sua lunghissima e ruffiana autobiografia) si spinge anche oltre, riportando una fantomatica iscrizione lapidaria che secondo lui era collocata sulla presunta tomba veneziana, senza peraltro precisare il sito dove si sarebbe dovuta trovare: “Quando poi gl’erano state allogate dalla Signoria alcune storie in palazzo, le quali non avevano voluto concedere a Francesco di Monsignore veronese, ancora che molto fusse stato favorito dal duca di Mantoa, egli si ammalò di mal di punta, e si morì d’anni 49 senza avere pur messo mano all’opera. Fu dagl’artefici nell’essequie molto onorato, per il dono fatto all’arte della nuova maniera di colorire, come testifica questo epitaffio:.....

 


copyright 2011 messinaierieoggi - Testi e fotografie di Pippo Lombardo
grafica sito web by mindtheSign

Utilizziamo i cookie per migliorare la navigazione sul nostro sito web. Continuando a navigare su questo sito web o cliccando su ACCETTO, acconsenti all'uso dei cookie. - Cookie Policy.

Accetto l'utilizzo dei cookies su questo sito.