Messinaierieoggi.it www.messinaierieoggi.it

Giardini Naxos

Naxos, prima colonia greca della Sicilia a sud di Taormina, dalla quale dista pochi chilometri, venne fondata nel 754 a.C. da Calcidesi provenienti dall’Eubea e dall’isola di Naxos nelle Cicladi.

Centro di 8.715 abitanti a 50 km. da Messina sullo Ionio sviluppatosi lungo la stretta fascia costiera ed una spiaggia che si estende fino a Capo Schisò, stazione balneare estiva, importantissima per l'economia del luogo,apprezzata anche per l'arte locale del ferro battuto.

Nell’area archeologica si conserva un lungo tratto delle mura urbiche (VI sec. a.C.) realizzate con blocchi poligonali di pietra, una parte delle quali, quella meridionale in direzione del mare, è munita di due porte di accesso alla città. Le fondamenta dell’unico grande tempio finora portato alla luce a Naxos, potrebbero identificarsi con il famoso Tempio di Afrodite (VII – V sec. a.C.) di cui parlano le fonti antiche. A sud – est di esso sono state rinvenute fornaci per laterizi della prima metà del VI sec. a.C. e alcuni saggi nella zona, presso il porticciolo settentrionale, hanno consentito l’individuazione di abitazioni risalenti all’inizio della colonizzazione greca (VIII sec.a.C.).

Un antiquarium realizzato nell’ex Forte Borbonico di Capo Schisò, conserva numerosi reperti del periodo greco (terrecotte, sculture, frammenti architettonici, ceramiche e vario materiale fittile).

Menu Video

Gallerie Fotografiche

Pubblicità

Santo del giorno

san francesco d'assisi pastore e martire