Cavalcata al vento dei ricordi

Eravamo tanti...
una "scocca"
di menti e di cuori,
l'anima si scioglieva
dalle strettoie della malinconia,
splendeva e sorrideva
sui viali d'oro dell'amicizia.

Nell'olocausto dei cuori
natura poesia ed arte
si fondevano in perfetta sintonia
nell'esaltare l'amore alla vita:
il mio cuore era
un'urna di cristallo
colma di simpatie

Ora, i superstiti
siamo meno delle dita della mano;
al passare della falce
"che pareggia tutta l'erba del prato"
tante amicizie
fiorite a sole dell'allegria
sono svanite

Amo la vita e la sapienza
e non mi vergogno dell'ignoranza
l'odore dell'amicizia è un profumo
che scende dal cielo, lievito per altre ore.

 

Antonio Saitta