Messina nei secoli d'oro

me_secoli_oro.jpg  

La città di Messina, già alla fine del 1500, per la sua fedeltà alla corona spagnola, fu premiata e valorizzata: oltre ad essere sede della zecca del Regno, rispetto a Palermo poteva vantare una maggiore libertà tanto che le magistrature ed il senato erano formati da elementi locali.

Ma furono anche immensi i tesori prodigati dal Comune messinese per accrescere le proprie prerogative ed altri privilegi presso il Consiglio d’Italia o le corti di Madrid e Palermo. Il quadro sociale era particolarmente vivace e la città poteva vantare oltre l’industria topografica, sorta nel 1478, l’Università istituita nel 1548 da Ignazio di Loyola come primo collegio della Compagnia di Gesù.

Menu Video

Gallerie Fotografiche

Il Santo del giorno

Santo del giorno

san francesco d'assisi pastore e martire